L’inbound marketing: cos’è e come farlo

Come migliorare il proprio business



L’inbound marketing è l’insieme delle strategie innovative di marketing digitale che hanno come scopo il “farsi trovare” dagli utenti della rete. Lo scopo è quello di far trovare la tua impresa a chi è interessato alla tua attività, ai tuoi prodotti o ai tuoi servizi nel luogo giusto e al momento giusto.

Se un utente sta cercando proprio ciò che tu vendi allora devi essere accanto a lui, con l’obiettivo di attirarlo al tuo brand, creargli ancor più interesse, recepire le sue informazioni (contatti), trasformarlo da cliente potenziale a cliente effettivo e, perché no, a tuo “sponsor” o promotore.

Di cosa si tratta?

Farsi trovare è oggi la parola d’ordine. Nel marasma di internet non è semplice che un utente possa trovare proprio la tua pagina web. Tutto sarà più semplice nel momento in cui deciderai di applicare una strategia di inbound marketing.

Il concetto prevede la creazione di contenuti di qualità che siano in grado di attrarre gli internauti verso il tuo sito e verso i tuoi prodotti in maniera spontanea. I tuoi contenuti dovranno quindi essere correlati a ciò che le persone stanno cercando, in linea con i loro interessi, in modo che sia più facile creare affinità. Il principio base dell’inbound marketing è il seguente: attirando il cliente potenziale al tuo sito web, è più semplice che diventi cliente effettivo.

Se intendi fare inbound marketing devi “solo” creare contenuti di valore e diffonderli con i giusti canali, in modo che il pubblico a cui sono rivolti possa essere attratto da quanto hai scritto.

L’inbound marketing non riguarda solamente la promozione di testi di grande valore, ma rappresenta anche la prima fase del processo di acquisto che ti auguri che il tuo cliente possa completare. L’obiettivo è quello di fare scoccare la classica scintilla tra la tua azienda e un ipotetico cliente e l’inbound marketing serve proprio a questo.

Un esempio banalissimo può rendere l’idea: immagina di passare davanti a un negozio di abbigliamento di cui magari ignori l’esistenza del marchio. Vieni attratto da una vetrina allestita in maniera perfetta, la quale rappresenta un invito ad entrare. Entri nel negozio, ti interessi ad una camicia (magari proprio quella esposta!) e la acquisti. La vetrina identifica il contenuto di valore che ha permesso al negozio di attirare la tua attenzione, di farti entrare e di completare l’acquisto. La vetrina era nel posto giusto al momento giusto e se fosse stata allestita in modo “anonimo” molto probabilmente non avresti nemmeno varcato la soglia del punto vendita.

Nel mondo digitale al posto della vetrina hai un contenuto testuale di grande valore che crea lo stesso effetto. Il click al tuo sito identifica invece rappresenta l’ingresso nel negozio: questo è fare inbound marketing!

Come fare inbound marketing

Non stare ad arrovellarti il cervello su come fare inbound marketing. Hai una sola risposta alla domanda: scrivere contenuti di qualità, che rappresentino valore, in linea con gli interessi degli utenti che ti interessa trasformare in clienti.

Sembra facile? In parte lo è ma devi innanzitutto capire cosa interessa ai tuoi utenti e se l’argomento è compatibile con il tuo business. Dedica del tempo alla ricerca online cercando di capire come operano i tuoi competitor. Se vuoi proporre contenuti di valore hai due vie: la prima è quella di scrivere meglio degli altri argomenti già trattati di frequente; la seconda è quella di comporre testi su tematiche poco diffuse. Solo così potrai suscitare l’interesse del tuo interlocutore in modo sostanziale e attivo.

Oggi internet è una fonte inesauribile di notizie, concetti, testi. Ciascuno si sente autorizzato ad esprimere pareri e opinioni su tutto. Cerca di scrivere un contenuto che rilasci al lettore qualcosa che altri non danno. Un’emozionalità che non ritrovi in un altro testo simile, delle informazioni aggiuntive che possano tornare utili al cliente, magari guidandolo in un percorso di scelta. Non limitarti a dare le informazioni basilari di un prodotto. Se vendi biciclette, oltre alle caratteristiche principali scrivi anche a chi è destinato quel preciso modello, se c’è modo di cambiare la sella per renderla idonea ad un pubblico femminile, esprimiti sul comportamento del mezzo e sulla gestione della frenata, fornisci informazioni aggiuntive inserendo foto o contenuti video (magari della tua recensione o di un tuo test). In questo modo il contenuto acquisisce un valore inesprimibile a parole, ma che mantiene viva l’attenzione dell’utente.

I blog inseriti all’interno di siti internet, ad esempio, hanno spesso la funzione di fornire al cliente delle informazioni di carattere generale ed è uno strumento interessante per cercare di coinvolgere l’utente facendolo ritornare a visitare la pagina. Sviluppa il blog con argomenti interessanti, nuovi, in maniera costante, In questo modo incrementerai il traffico al tuo sito e capirai i reali interessi della tua clientela.

Ricorda però: quello che conta ed è imprescindibile è però la realizzazione di contenuti di qualità.

In questo modo potrai completare i quattro step tipici dell’inbound marketing: attrarre, convertire, chiudere e deliziare. Se un utente è attratto viene convertito in contatto di interesse, diviene cliente effettivo poiché chiude un ordine e delizierà gli altri parlando bene dei tuoi prodotti (o diventa tuo fan).

Da qui al successo la strada sarà breve!

Prenota un appuntamento