Come creare il tuo calendario editoriale: la guida completa

Individuazione, pianificazione, promozione e monitoraggio



La creazione di un calendario editoriale è una delle fasi più delicate di una strategia di marketing online. Che si tratti di gestire il proprio blog o i propri canali social, la pianificazione editoriale è fondamentale per garantire una presenza costante del proprio brand sui canali prescelti e, allo stesso tempo, rendere il lavoro di creazione dei contenuti il più snello possibile.

È da queste due componenti, infatti, che dipenderà il successo di una strategia online. Il rischio principale che si corre in questa situazione è infatti quello di non riuscire ad essere costanti nella pubblicazione, ad esempio perché è stata definita una strategia impegnativa, vanificando le risorse impiegate (in termini di tempo e denaro) fino a quel momento.

Vediamo quindi come andare a creare un calendario editoriale efficace e sostenibile nel tempo grazie alla nostra strategia in tre fasi. Si tratta di un processo semplice ed efficace, che può essere utilizzato a prescindere dal canale che andremo a utilizzare (blog, Facebook, YouTube, ecc.). Seguendola, potrai mettere in risalto il tuo brand, massimizzando i risultati.

Fase n. 1: Individuazione del pubblico e del canale da utilizzare

Prima di gettarsi nella mischia è indispensabile fermarsi un attimo e ragionare. Che cosa voglio promuovere esattamente? A che tipo di persone? E soprattutto, che posti frequenta il mio pubblico ideale? Questo è un aspetto fondamentale, ma spesso trascurato. Un errore comune è infatti quello di iniziare a produrre contenuti che poi non verranno mai visti.

Se, ad esempio, il pubblico che vuoi raggiungere è composto da teenager, sarà meglio concentrarsi su social come Instagram. Viceversa, se ti interessa ad esempio raggiungere professionisti tra i 30 e i 45 anni, il luogo ideale su cui andare a impostare il tuo calendario editoriale potrebbe essere Linkedin. Come vedi, le differenze possono essere piuttosto rilevanti.

Perché questo è così importante? Essenzialmente per due motivi. A seconda del pubblico che andrai a raggiungere svilupperai contenuti specifici per quel gruppo di persone. Questo aumenterà l’efficacia del contenuto e le tue possibilità di successo. Inoltre individuare il canale giusto ti permetterà di raggiungere con certezza il tuo pubblico ideale.

Fase n. 2: Creazione del calendario editoriale e organizzazione

Bene, supponiamo che tu abbia individuato con precisione il pubblico ideale a cui rivolgerti e che esista una piattaforma perfetta per questo scopo. Ora che si fa? Non ti resta che iniziare a scegliere che tipologie di contenuti andare a produrre. Questo, se in precedenza hai fatto una buona analisi, sarà semplicissimo, perché sarà facile individuare i contenuti preferiti.

Una volta individuati i contenuti da andare a creare non ti resterà che organizzarne la produzione e la pubblicazione. Qui è molto importante riuscire a essere organizzati ed efficienti. Fai attenzione a non sovrastimare la tua capacità di produzione: creare contenuti di qualità richiede tempo o risorse economiche, quindi valuta con attenzione.

Per aiutarti in questo, realizza con anticipo un po’ di contenuti. Evita quindi di ritrovarti sempre all’ultimo e di correre il rischio di non riuscire a pubblicare quello che ti eri prefissato. Per acquisire fiducia da parte del proprio pubblico è importante prima di tutto essere costanti, quindi cerca di fare in modo di riuscire sempre a rispettare le regole che ti sei dato.

Fase n. 3: Promozione e monitoraggio dei contenuti

Ok, hai pianificato tutto con cura e stai iniziando a pubblicare con regolarità, ma il tuo lavoro non è finito qui. Se hai individuato bene il tuo target e realizzato dei contenuti di qualità, devi fare in modo che questi ultimi vadano a raggiungere il più possibile il tuo pubblico di riferimento. È così che il tuo calendario editoriale vedrà il massimo del suo successo.

A questo punto entra quindi in gioco la promozione dei contenuti. Puoi optare per la promozione organica (gratuita, ma piuttosto lenta) o quella a pagamento (più veloce). Qui molto dipende da quelle che sono le tue esigenze e, ovviamente, il budget a tua disposizione. Valuta tu la soluzione migliore per il brand da promuovere dopodiché passa all’azione.

E non dimenticarti di monitorare i risultati. Nessun calendario editoriale nasce perfetto ed è sempre necessario un minimo di aggiustamento per arrivare alla versione definitiva. Ma come aiutarti? Il modo più ovvio è di farlo in base ai risultati generati da ogni singolo contenuto. Concentrati su quelli che portano più risultati ed evita quelli dimostratisi meno efficaci.

Creare un calendario editoriale: consigli finali

Abbiamo visto quindi quali sono i tre passaggi per realizzare un calendario editoriale efficace. Individua il tuo pubblico e il canale da utilizzare, pianifica la strategia e dividi i compiti, promuovi i contenuti e monitora i risultati. Quattro punti tanto semplici quanto efficaci.

Hai tutto quindi per lanciare il tuo calendario editoriale e far decollare il tuo progetto online!

Prenota un appuntamento