L’A/B test nella UI/UX per performare il tuo sito

Strumenti e modalità per aumentare i tassi di conversione



Quanto è importante l’A/B test per la UI/UX per far performare il tuo sito al meglio? Migliorare la user interface (UI) e la user experience (UX) permette di aumentare i tassi di conversione delle campagne di web marketing e di rendere il tuo sito web un reale strumento di business online.

Cos’è l’A/B test?

L’A/B test, nel web analytics, è “un esperimento controllato con due varianti, A e B”. In pratica uno stesso elemento viene reso disponibile con due versioni, la versione A (originale) e la B (variante), e somministrato a due sezioni di pubblico diverse.

L’elemento da testare può essere una landing page, una newsletter, un titolo, un’immagine, un layout, un pulsante e qualsiasi altra componente di un sito che si desidera mettere alla prova e misurare per capire, tra le due versioni realizzate, quale funziona meglio in base all’obiettivo dell’elemento stesso.

Con questo test, infatti, puoi mostrare ad una parte del tuo pubblico la versione originale dell’elemento e ad un’altra parte dei tuoi utenti la variante, cioè la versione alternativa, e infine osservare e misurare le loro reazioni.

A/B test per UI/UX

L’A/B test, o A/B split testing, serve a migliorare sia la UI, l’interfaccia utente, che la UX, ovvero l’esperienza di fruizione dell’utente.

UI e UX sono due concetti importanti e strettamente connessi ma spesso vengono confusi. La UI riguarda l’interfaccia grafica e fa riferimento ad aspetti quali il web design, l’aspetto visivo, lo studio dei colori, l’architettura delle informazioni; con UX ci si riferisce invece all’esperienza di fruizione e alla sua qualità. Quindi l’interfaccia permette l’interazione tra l’utente e il tuo sito web, mentre l’esperienza del tuo visitatore è l’interazione in sé.

Se il tuo sito è gradevole da un punto di vista estetico e la sua architettura delle informazioni ottimizzata da permettere una navigazione facile e intuitiva, il tuo visitatore avrà un’esperienza di fruizione che gli darà piena soddisfazione e si ricorderà del tuo sito come di un sito “bello” e nel quale si trovano tutte le informazioni di cui ha bisogno in modo semplice e facile.

Come si fa?

Per fare un A/B test è necessario seguire una serie di fasi ben precise.

Ricorda che devi creare due versioni della stessa interfaccia: ad esempio devi realizzare una call to action da inserire in una pagina del tuo sito ma vuoi capire se è meglio metterla a metà o a fine pagina, centrata o a sinistra, quali colori usare, quale testo e la sua lunghezza. Vediamo come fare e cosa scegliere:

  • elemento da testare: cosa vuoi misurare per migliorare? Decidi cosa testare, se piccoli dettagli come il titolo di un testo o il colore di un pulsante, o pagine intere come una landing page;
  • ipotesi e obiettivo: ti serve una congettura precisa, ad esempio: “se scrivo iscriviti alla newsletter, anziché clicca qui, le iscrizioni aumenteranno”; ti occorre anche un tasso di conversione, cioè la percentuale che l’interfaccia deve attuare, ad esempio “aumento iscrizioni alla mia newsletter”;
  • creare e rilasciare A/B Test: crea le versioni A e B e inizia il test mettendo a confronto contemporaneamente le due versioni al target che hai scelto;
  • misurare e analizzare: dopo aver condotto il test per un tempo adeguato puoi ricavare dati fondamentali da analizzare e interpretare, mettendo a confronto le due versioni e le loro performance.

Strumenti per creare un A/B test

Gli strumenti per creare un A/B test sono molteplici. Alcuni sono messi a disposizione da Google stesso tramite Google Optimize, utilizzabile tramite un account di Google Analytics e integrabile con Google Tag Manager. Esistono anche svariati plugin per WordPress, se il tuo sito è realizzato tramite questo CMS, come ad esempio Instapage e tanti altri software con i quali testare le performance del tuo sito web, strumenti diversi non solo per il prezzo, ma soprattutto per le funzioni e i servizi offerti.

Imparare ad usarli può richiedere tempo e fatica ma i vantaggi che otterrai ricompenseranno di gran lunga gli sforzi e le competenze richieste.

Una tecnica potente per performare il tuo sito web

Le opportunità della tecnica A/B test derivano dal fatto che è uno strumento indispensabile per far performare il tuo sito e ottimizzare il tuo budget. Anche piccole variazioni grafiche o di contenuto di una pagina web possono tradursi in un cambiamento nell’esperienza di fruizione dell’utente, che ne aumenta l’utilità e dunque il valore, portando maggior traffico e visitatori.

Se aumentano i clic e i tassi di conversione, ovvero la percentuale di visitatori che accede al tuo sito e compie una determinata azione (iscrizione ad una newsletter, compilazione del form di contatto, richiesta di informazioni eccetera), allora significa che il tuo piano di marketing funziona e tu stai investendo bene le tue risorse economiche.

I KPI sono dei misuratori che danno l’idea precisa ed essenziale dello stato dell’arte della nostra iniziativa.

Ciò significa che con l’A/B test avrai il grande vantaggio di arrivare nel tempo a conoscere in profondità tuo target, il suo comportamento e le sue preferenze.
Con tale approccio non solo otterrai per ogni singolo test la versione migliore da proporre al tuo pubblico, ma anche delle informazioni fondamentali per impostare una strategia focalizzata e organizzata che porti risultati al tuo sito web e al tuo business globale.

Richiedi informazioni